Ciao

Contenuti

Miglior portabici per fuoristrada con ruota di scorta posteriore nel 2020

Consiglio per la scelta del portabici per fuoristrada con ruota di scorta

Se possiedi un fuoristrada con ruota di scorta posteriore e vuoi trasportare in sicurezza le tue bici da corsa o mtb che siano, puoi sfruttare la ruota di scorta come ottimo punto di ancoraggio.

In questo caso esistono soluzioni apposite che garantiscono solidità e robustezza. Tuttavia la scelta dei produttori si riduce e bisogna considerare problemi specifici per questo tipo di soluzione.

Pertanto il portabici per fuoristrada con ruota di scorta ideale è proprio il modello apposito, in quanto spesso i fuoristrada hanno il tetto alto e quindi i portabici da tetto sono scomodi da utilizzare, mentre i portabici da portellone sono sconsigliati ed i portabici da gancio traino sono equivalenti in robustezza ma molto più costosi.

Cosa tenere a mente quando acquisti un portabici per fuoristrada

Quando si scegli di acquistare un portabici per fuoristrada da montare sulla ruota di scorta posteriore devi considerare quanto segue:

  • Qual’è il numero massimo di bici ed il carico trasportabile [kg]
  • Le bici rientrano nella sagoma massima consentita anche se il fuoristrada ha una ruota disassata?
  • E’ possibile aprire il portellone posteriore anche con bici montate?
  • I binari di appoggio sono richiudibili?

Per quanto riguarda il numero massimo di bici trasportabili basta controllare la scheda prodotto. Meglio verificare però anche il peso massimo omologato perchè spesso, se ad esempio dobbiamo trasportare due e-bike, che generalmente pesa più di 20 kg, si supera facilmente il carico massimo consentito dal portabici.

Nessun problema generalmente si incorre nel caso di fuoristrada con ruota disassata verso destra o sinistra del portellone. Il codice della strada prevede che il carico possa sporgere lateralmente di massimo 30cm per lato senza superare la larghezza massima di 255cm, pertanto i costruttori hanno pensato di consentire la possibilità di spostare il binario di appoggio delle ruote.

Meglio anche verificare se il portellone del autoveicolo può aprirsi anche quando le bici sono caricate e soprattuto se i binari sono richiudibili in modo da evitare di smontare il portabici magari anche solo per pochi giorni quando si è in vacanza.

Alcuni modelli offrono un plus davvero irrinunciabile. Infatti con semplici accessori è possibile trasformare rapidamente il portabici in un comodo portasci per i mesi invernali.

Restano valide tutte le altre raccomandazioni previste dalla legge per qualsiasi carico sporgente cosi come previsto dal codice della strada che riportiamo qui.[link]

LEGGI ANCHE: Gli accessori per portabici auto che potrebbero servirti e non lo sai

Vediamo due portabici per fuoristrada selezionati per te.

1. Fabbri Gringo - Portabici Posteriore Universale per Fuoristrada con Ruota di Scorta Posteriore

Prezzo: €195.90 | Compra adesso da Amazon

/portabici-fuoristrada-con-ruota-di-scorta/portabici-fuoristrada.jpg

Questo portabici pensato dall’azienda romagnola fornisce tutti i requisiti di solidità, leggerezza e facilità del montaggio. E’ di gradevole aspetto e si aggancia benissimo a ruote di qualsiasi diametro.

Il portabici Fabbri Gringo è realizzato totalmente in tubolari di alluminio eletrosaldato e si adatta tramite apposite cinghie in acciaio plastificato di diverse misura a qualsiasi ruota di scorta. (Attenzione!: sono disponibili cavi di diverse lunghezze come opzione anche per diametri di 110cm).

Il montaggio è facile e veloce senza l’utilizzo di attrezzi grazie ad un sistema di chiusura a leva che Fabbri ha brevettato.

Il binario è lungo 120cm e quindi adatto ad ospitare bici con passo fino a 110cm con diametro del tubolare di 51mm, quindi la quasi totalità. Ha anche il vantaggio di poter disassare di molto i binari verso sinistra o verso destra se la ruota di scorta non è in posizione centrale.

E’ possibile smontare solo i binari orizzontali (dove le bici posano le ruote) e lasciare agganciato alla ruota il supporto centrale.

Infine abbiamo selezionato questo portabici in quanto consente con un apposito accessorio il trasporto di sci e snowboard per la stagione sportiva invernale.

Tipologia: Portabici su ruota di scorta; Materiali: Tubolari in alluminio elettrosaldato; Colore: Grigio alluminio; Numero max bici: 2; Carico max per bici: 10kg Dimensione max tubolari bici: 51 mm Peso: kg Giudizio: 4 stelle

Compra da Amazon

2. Peruzzo 313 - Portabici per Auto 4x4 per Ruota di scorta Esterna

Prezzo: €86.99 | Compra adesso da Amazon

/portabici-fuoristrada-con-ruota-di-scorta/peruzzope313.jpg

Il portabici Peruzzo PE313 è molto robusto ed ha un bell’aspetto sul veicolo. E’ possibile montarlo su autovetture con ruota di scorta scoperta ma nulla vieta di togliere il coperchio e coprire la ruota con una custodia similpelle prima di montare il portabici (ad es. Toyota Rav4). Le cinghie in dotazione si ancorano in 3 punti.

I binari sono lunghi 120cm quindi abbastanza per la maggiorparte delle bici. Le canaline sono a forma di V larghe alla base di 2 cm per arrivare a 5 cm alla sommità ed altezza di 4 cm.Il carico massimo consentito è di 30kg. Per un numero complessivo di 2 biciclette.

Non si ha nessun problema nel caso la ruota di scorta sia sfalsata a destra o sinista dell’autoveicolo, in quanto è possibile registrare la posizione delle bici in modo che non fuoriescano dalla sagoma massima consentita (30cm per lato).

Inoltre è possibile aprire il portellone dell’autoveicolo anche con le bici montate oltre che richiudere le canaline e fissarle tramite una delle cinghie in dotazione verso l’interno quando non vengono usate

Tipologia: Portabici su ruota di scorta; Materiali: Tubolari in acciao 30mm; Colore: Grigio; Numero max bici: 2; Carico max: 30kg Dimensione max tubolari bici: 70 mm Peso: kg Giudizio: 4 stelle

Compra da Amazon

ATTENZIONE: Come per tutti i portabici, targa e luci posteriori devono essere obbligatoriamente visibili; nel caso non lo siano, usare una barra supplementare ripetitrice di luci e targa.

LEGGI ANCHE: Guida all'aquisto del portabici