Ciao

Contenuti

Guida completa alla scelta del portabici auto

Ci sono differenti tipi di portabici. Alcuni bloccano la tua bici sul tetto della macchina lasciando il bagagliaio posteriore libero altri montano la bici sul bagaliaio posteriore ed altri che richiedono l’istallazione del gancio traino sulla vettura.

In questa guida ti mostrerò quali sono i fattori che devi tenere a mente quando acquisti un portabici per automobile in base alla bici, alla tua automobile e al tuo budget.


Se fai sport all’aria aperta come il ciclismo, la mountain bike o semplicemente stai per andare in vacanza e vuoi portare per te e i tuoi figli la bici nei luoghi di vacanza, ti trovi a dover scegliere un portabici per la tua auto. E’ sempre difficile fare la scelta giusta che va bene per le tue esigenze e si adatti perfettamente alla tua auto e/o al tuo portafoglio. Ma non preoccuparti su portabiciauto.it ho realizzato una semplice guida che chiarisce tutti i tuoi dubbi sul portabici ideale per te.

LEGGI ANCHE: Recensione Portabici Peruzzo Venezia


AGGIORNAMENTO: A causa di variazione di stock in magazzino e degli sconti, i prezzi dei portabici per auto subiscono spesso delle variazioni. Abbiamo deciso di creare una lista aggiornata delle ultime offerte Amazon sul portabii per auto. Aggiorneremo questa lista ogni volta che nuovi prodotti e nuove offerte saranno presenti.

Selezione dei miglior portabici per automobile del 2020

  1. Thule 532 New Freeride: Miglior portabici da tetto | Compra Ora
  2. Peruzzo Portabici Posteriore Venezia 388: Miglior portabici per bagagliaio posteriore | Compra Ora
  3. Thule Rideon 9502: Miglior portabici per gangio traino | Compra Ora

Come scegliere il portabici auto

Sul mercato esisto tre tipi di soluzioni omologate per risolvere il problema del trasporto biciclette o e-bike tramite la tua auto:

1. Porta biciclette montato sul tetto dell’automobile

/guida-portabici/roof-bike-carrier_01.png

Il più comune e il più economico. Se già disponi sul tetto della tua vettura delle barre porta tutto puoi montare questa tipologia di portabici e trasportare fino a 2 bici.

Vantaggi

  • Il portellone posteriore rimane accessibile al carico scarico;
  • Visuale libera per il conducente;
  • Costo generalmente non elevato;
  • Puo essere lascito montato.

Svantaggi

  • Possibilità di caricare massimo 2 biciclette;
  • Necessità di una vettura dotare di barra portatutto;
  • Difficile sollevare la bicicletta e rischio danneggiare la carrozzeria dell’automobile;
  • Nella maggioranza dei modelli bisogna smontare la ruota anteriore che andrà ad occupare spazio nel bagagliaio;
  • Difficolta ad attraversare sottopassaggi bassi ad esempio sbarre nei parcheggi;
  • Riducono l’aereodinamicità della vettura aumentando i consumi anche di un buon 30% soprattutto in autostrada.

2. Porta biciclette montato sul bagagliaio posteriore

/guida-portabici/rear-bike-carrier.png

Questo sistema consiste nel montare un telaio sul portello posteriore della tua auto vettura sorretto da una serie di cinghie agganciate agli spigoli del portellone. Il sistema è pratico, sicuro e relativamente poco costoso. E’ necessario in questo caso apporre uno o due cartelli quadrati catarifrangenti per segnala la presenza di carico sporgente.

Vantaggi

  • Costo non molto elevato;
  • Una volta montati è facile caricare la bicicletta;
  • Possibiltà di essere ripiegati e posti nel bagagliaio senza eccessivo ingombro una volta giunti a destinazione.

3. Porta biciclette montate sul gancio traino:

/guida-portabici/towbar-rack-carrier.png

Questa soluzione pare essere la più solida e sicura. In pratica sfruttando il gancio traino (se ne sei provvisto!) della tua autovettura puoi innestare su di esso l’intero supporto per anche 4 biciclette (in alcuni modelli) ed essere certo che il tutto rimanga stabile e sicuro anche per lunghi viaggi. Purtroppo, questa soluzione risulta abbastanza costosa ma è consigliabile se sei uno sportivo abituale. Infatti avrai bisogno del gancio traino omologato e di replicare le luci e le targhe sul portabici.

Vantaggi

  • Sistema più stabile e sicuro;
  • Si possono caricare agevolmente fino a 4 bici in alcuni modelli;
  • Facilità di carico e scarico ed in alcuni modelli è possibile aprire il portellone;
  • Non influenzano più di tanto l’aereodinamica dell’autovettura.

Svantaggi

  • Costo decisamente maggiore dovendo anche provvedere all’omologazione del gancio traino (vedi come si fa sotto);
  • Allungano l’autoveicolo in alcuni casi anche di 1,20 metri e possono intralciare la visuale;
  • Necessitano di riportare la targa e le luci posteriori.

L’articolo continua qui sotto.

Procedura per immatricolare il gancio traino

Si può istallare il gancio traino da un professionista. Per l’omologazione e la trascrizione sul libretto di circolazione bisognerà presentare domanda di collaudo completa di:

  • Modello TT2119 scaricabile dal sito della Motorizzazione Civile;
  • Documentazione relativa al gancio traino rilasciata dal produttore o dall’istallatore;
  • Dichiarazione dei lavori effettuati a perfetta regola d’arte rilasciata dal tuo istallatore.

Verrà fissato un appuntamento per il collaudo ed a seguito di esito positivo del collaudo mediante tagliando adesivo sarà incollata l’autorizzazione alla tua carta di circolazione. Queste procedure le potrà eseguire tranquillamente il tuo istallatore di fiducia.

Nel costo complessivo del gancio traino e nella sua omologazione saranno compresi anche i diritti di segreteria e l’imposta di bollo che varia da regione a regione.

Perché non ti conviene portare la bici nel bagagliaio dell’auto?

Portare la bici nel bagagliaio dell’auto è una cosa comune soprattutto se sono le prime volte che organizziamo delle uscite e se siamo soli. Ben presto ti renderai conto che abbattere i sedili ogni volta, molto probabilmente smontare e rimontare la ruota anteriore che avevamo registrato così bene prima non è molto comodo. Ma soprattutto la bici deve essere bloccata per bene dentro l’abitacolo. Pensa che infatti una bici di 10-12 kg libera di muoversi, con una frenata di colpo a soli 50 km/h si scaglia contro il parabrezza come fosse un oggetto di circa 500 kg. Pensa al pericolo a cui tutti bene o male all’inizio abbiamo incorso. Tieni presente anche che se trasporti più bici, il rischio che si graffino i telai o anche gli interni della tua auto sono elevati.

Come scegliere il portabici che fa al caso tuo?

Prima di acquistare ti consiglio di prendere in considerazione i seguenti parametri:

  • Numero di bici da trasportare
  • Capacita in peso del portabici
  • Il portabici compatibile con la mia auto

Sul primo punto non c’è molto da dire devi considerare le tue esigenze mente sul secondo punto ci sono delle considerazioni da fare. Nel caso dei portabici da tetto ogni costruttore ha un peso massimo consigliato per il portapacchi sul tetto che puoi trovare sulla carta di circolazione.

In genere per la maggior parte degli autoveicoli il carico massimo è di circa 38-40 kg. E’ per questo motivo che nei portabici da tetto non si possono portare più di 2 biciclette ed una e-bike. Infatti, considerando che una bici pesa dai 10-12 kg potremmo caricarne 3 ma non c’è spazio mente una e-bike pesa mediamente 22-24 kg e quindi con due e-bike avremmo superato il limite.

Nel caso di portabici da portellone il carico utile varia da 35 a 45 kg quindi le 2 o 3 biciclette tradizionali ci stanno mentre le e-bike possono essere limitate ad uno massimo due.

Nel caso di portabici da gancio traino il carico utile dipende dal modello ed in genere si aggira sui 60kg quindi il carico può raggiungere anche le 4 bici tradizionali e le 2 e-bike.

Quale portabici auto per la mia e-bike?

Le bici elettriche o e-bike sono diventate sempre più popolari negli ultimi anni, ma il loro peso e le dimensioni significano che spesso i portabici standard non sono adatti. Considera che una bici elettrica generalmente ha un peso di 22-24 kg ed un telaio molto più robusto rispetto ad una bici tradizionale. Già questo induce a scartare per la e-bike la soluzione del portabici da tetto autovettura in quanto risulta troppo difficile sollevarla col rischio che una manovra sbagliata possa danneggiare l’autovettura e la bicicletta stessa che magari abbiamo acquistato con tanti sacrifici.

Rimangono le soluzioni di portabici da portellone o meglio da gancio traino. Nel caso del portabici da portellone bisogna verificare se gli inserti per il tubolare centrale della e-bike siano abbastanza larghi per agganciare comodamente la bicicletta. Anche la distanza fra le bici deve essere consono ad evitare graffi ed ammaccature del telaio specie se questo è in fibra di carbonio. In fine il carico sul portellone in genere non puo superarie in genere i 40 kg e quaondi sino limitati al trasporto massimo di 2 bici.

Nel caso di portabici per gancio traino, le limitazioni sono in genere dovute al peso totale del carico visto che la bici viene posizionata su un comodo binario. Anche in questo caso però il limite di carico massimo impone generalmente il trasposto di massimo 2 e-bike che pesano ciascuna 22-24 kg.

Di seguito ti proponiamo una selezione di possibili scelte di portabici che a giudizio degli utenti sono risultati ottimi prodotti per il trasporto della propria e-bike.

Come installare il portabici in base alla tipologia (luci, borracce ecc. targa visibile difetti indicazioni generali)

Ovviamente a seconda del tipo di portabici auto che abbiamo scelto ci sono diverse raccomandazioni da seguire nel montaggio del portabici. Ma in generale per qualsiasi tipologia si raccomanda:

  • Togliere tutti i tipi di accessori montati sulla bici come borracce, ciclo computer ecc prima di caricarla per evitare che a causa delle vibrazioni si stacchino costituendo pericolo per gli altri o quanto meno si danneggino;
  • Fissare bene la bici con le cinghie di tenuta che spesso sono da acquistare a parte. Non usare cinghie elastiche;
  • Bloccare la ruota anteriore che potrebbe muoversi e sbattere sulla vettura;
  • Premurarci che parti di telaio, pedivella, manubrio non striscino con altre bici o con la carrozzeria. Usare dei distanziatori;
  • Dopo pochi chilometri attendere l’assestamento del carico e ricontrollare tutte tenute. Casomai stringere nuovamente;
  • Nel caso di bici con telaio al carbonio non sottoponete il telaio a stress e bloccaggi troppo stretti.

Casi particolari:

  1. Trasportare bici da donna
  2. Trasportare bici da bambino
  3. Portabici per camper
  4. Portabici per fuoristrada con ruota di scorta

1. Come trasportare una bici da donna o col tubolare centrale inclinato?

Nel caso voglia trasportare una bici da donna o in generale una bici sprovvista di canna mediante un portabici da portellone potrai montare una canna mobile da trasporto che risolverà il problema. Di seguito un esempio. In tutti gli altri casi non avrai alcun problema nel trasporto di questa tipologia di bici.

2. Come trasportare una bici da bambino?

Spesso insieme alle bici da adulti si ha la necessità di trasportare anche una bici da bambino o con il telaio non molto grande. In questo caso nell’uso bisognerà verificare la distanza tra i piantoni nel caso di uso dei portabici da portellone.

3. Portabici per camper/furgone** e portabici per fuoristrada con ruota di scorta

Nel caso si voglia trasportare delle bici tramite camper o un furgone, la soluzione più comune è quella di istallare un porta bici posteriore.

4. Portabici per fuoristrada con ruota di scorta

Nel caso si voglia trasportare delle bici tramite il tuo fuoristrada, la soluzione più comune è quella di istallare un porta bici posteriore.

LEGGI ANCHE: Recensione Portabici Peruzzo Venezia